Archivi del mese: dicembre 2008

Giuseppe Capitano, tra i più bravi scultori d’Italia

C’è anche un bagnolese doc tra gli artisti emergenti più bravi del momento in Italia. Stiamo parlando di Giuseppe Capitano, che ha trascorso buona parte della sua infanzia a Bagnoli del Trigno per poi trasferirsi, per motivi si studio, prima a Isernia e poi a Roma. Attratto fin da bambino dall’arte in tutte le sue forme, dopo un periodo dedicato alla pittura, ha scelto di intraprendere con grande successo, dopo aver conseguito nel frattempo la laurea in ingegneria, la strada della scultura. Ad accorgersi del suo talento, dopo una serie di mostre che ha tenuto nelle più importanti gallerie d’arte della Capitale sono stati i maggiori critici d’arte italiani da Vittorio Sgarbi ad Achille Bonito Oliva che ha scritto anche delle recensioni sulle sue opere (vedi foto a destra). Di recente anche ‘Il Venerdì di Repubblica’ gli ha dedicato un articolo. Viene contattato dai più importanti musei italiani ed esteri ed ultimamente ha esposto le sue opere al museo Mart di Rovereto. Tra le sue opere, in cui la canapa si integra con altri materiali, ricordiamo: Reggipetto (2005); Foglia (2005); Ciglia (2005); Innesto (2006), Touché (2005), Doppiogioco (2007), o ironizzato, come in Scarpe (2007) e Qualcosa di giallo (2007). Insomma, Capitano è a buon diritto nella ‘serie A’ degli scultori emergenti italiani ed europei.
Annunci

1 Commento

Archiviato in Alto Molise, arte, Bagnoli del Trigno, cultura, Isernia, vacanze

Svelato il mistero: la pantera di Bagnoli è un alano

Svelato forse il mistero della pantera. In realtà di tratterebbe di un alano di colore nero. Nella giornata di ieri infatti, numerosi abitanti di alcune contrade di Pietrabbondante, situate al confine con Bagnoli, hanno visto passare il grosso cane e hanno immediatamente chiamato gli uomini del Corpo forestale dello Stato che si sono messi alla ricerca dell’animale. Potrebbe essere stato, quindi proprio l’alano il protagonista dei numerosi avvistamenti verificatisi a Bagnoli durante le scorse settimane. Secondo le prime ipotesi qualcuno avrebbe abbandonato l’animale sulla superstrada. L’alano, quindi, si sarebbe diretto prima verso il centro abitato di Bagnoli in cerca di cibo e, poi, verso Pietrabbondante. Non è escluso che nelle prossime ore possano esserci novità.

1 Commento

Archiviato in alano, Alto Molise, Bagnoli del Trigno, Isernia, pantera, Pietrabbondante, vacanze

La piaga dello spopolamento a Bagnoli del Trigno dall’Unità d’Italia ad oggi

Lo spopolamento ha colpito e continua a colpire duramente le aree montane come quelle dell’Alto Molise e Bagnoli non fa eccezione. Nel 1861 gli abitanti residenti a Bagnoli (vedi tabella sopra) erano 4101, ora ne sono 796. In 147 anni da Bagnoli sono andati via ben 3305 abitanti. Il calo più esorbitante è però quello registratosi nel secondo dopoguerra. Dal 1951 ad oggi sono andati via dal loro paese natio 2736 bagnolesi. I motivi dello spopolamento sono da ricercarsi essenzialmente nell’impossibilità di trovare un lavoro in paese o in regione. La maggior parte dei Bagnolesi è quindi emigrata a Roma o all’estero. In particolare, si calcola che nella Capitale, tra discendenti diretti e indiretti di bagnolesi ci siano oltre cinquemila bagnolese. Per non parlare del numero dei bagnolesi residenti all’estero che non è stimabile con esattezza ma che è esorbitante. Per rendere l’idea, se tutti quanti tornassero ora a Bagnoli, il paese si trasformerebbe in una cittadina di almeno 30mila abitanti. Una dimostrazione di ciò avviene durante le feste d’agosto, quando chi passa per Bagnoli vede un fiume di gente. In ogni caso, la priorità rimane quella di arginare quantomeno il continuo spopolamento. Un compito che spetta principalmente alla classe politica e a quella economica.

Lascia un commento

Archiviato in Alto Molise, Bagnoli del Trigno, Isernia, Molise, vacanze

Natale a Bagnoli del Trigno





Lascia un commento

Archiviato in Bagnoli del Trigno, Isernia, Molise, Natale 2008, vacanze

‘Ndocciata questa sera ad Agnone

Andrà nuovamente in scena questa sera nelle strade di Agnone ‘La ‘Ndocciata’. Come ogni anno, all’imbrunire del 24 dicembre, accompagnati dal suono delle cento campane della città, i gruppi delle contrade (Capammonde e Capabballe, Colle Sente, Guasta, Sant’Onofrio, San Quirico) costituiti da centinaia di portatori di tutte le età, accendono le ‘Ndocce e si incamminano verso il corso principale trasformandolo in un gigantesco ed emozionante fiume di fuoco e dando vita alla più grande manifestazione natalizia legata al fuoco che si conosca oggi nel mondo. L’origine della tradizione del fuoco che “infiamma” la Vigilia di Natale ad Agnone si perde nella notte dei tempi. Da principio la ‘Ndoccia (fonema dialettale che sta per ‘grande torcia’) faceva parte certamente della ritualità pagana legata alla scadenza solstiziale del 21 dicembre. La manifestazione avrà inizio alle ore 18:00 con partenza da Viale Marconi dove centinaia di portatori delle ‘ndocce , indossanti il tradizionale “mantello” e dai figuranti , preceduti dai personaggi della Natività si poteranno in Via Alcide De Gasperi . Dopo aver deposto le ‘ndocce creando il falò della fratellanza , il corteo preceduto dagli stendardi dei gruppi , dal Sindaco , dal Presidente della Pro Loco e da tutte le autorità presenti, scorterà i personaggi del presepe che daranno vita alla quarantanovesima rappresentazione della Natività .

1 Commento

Archiviato in Agnone, eventi, Isernia, Molise, spettacoli, tempo libero, vacanze

Inaugurato a Bagnoli del Trigno il nuovo bar di Bizzarro, si chiama Biz bar






Inaugurato domenica 21 dicembre a Bagnoli del Trigno, in piazza Umberto I, il nuovo bar di ‘Bizzarro’. Il bar è stato riaperto al pubblico dopo i lavori di ammodernamento che lo hanno trasformato in uno dei locali più esclusivi e trendy dell’Alto Molise. Il bar ha cambiato denominazione passando da ‘bar Nazionale’ a ‘Biz bar’ ed è stato riaperto proprio in coincidenza con le vacanze di Natale durante le quali un gran numero di bagnolesi, che si trovano fuori per motivi di lavoro, tornano nel loro paese natio. Il ‘Biz bar’ continuerà a proporsi, anche nella sua nuova veste, come un punto di aggregazione e di ritrovo insostituibile per tutti i bagnolesi. Ai titolari del mitico bar vanno i miei più sinceri auguri assieme a quelli di tutti i bagnolesi.

1 Commento

Archiviato in Bagnoli del Trigno, bar, divertimento

Il mistero della Pantera a Bagnoli

Da un po’ di giorni a Bagnoli non si fa che parlare di una pantera che si aggirerebbe nelle campagne del paese. Ad avvistarla sono stati numerosi agricoltori del luogo che sostengono che l’animale avrebbe sbranato anche qualche cane. Sulla vicenda stanno indagando anche gli uomini del Corpo forestale dello Stato di Isernia che hanno rilevato nei giorni scorsi tutta una serie di impronte. Fatto sta che a Bagnoli è scoppiata una sorta di psicosi e tutti sono alla ricerca dell’animale. Tanto che, addirittura, il sabato sera molti ragazzi si mettono alla ricerca dell’animale ‘armati’ di fotocamere e di videocamere per cercare di immortalarlo. Ultimamente, addirittura si sarebbe diffusa la voce che la pantera non sarebbe una sola ma bensì due, un maschio e una femmina, che avrebbero dato alla luce anche dei cuccioli. Nessuno però ha potuto provare concretamente l’esistenza dell’animale anche perché le pantere si muovono solo di notte e, quindi, è difficile vederle chiaramente. Il mistero, quindi, continua…

Lascia un commento

Archiviato in Bagnoli del Trigno, pantera