La piaga dello spopolamento a Bagnoli del Trigno dall’Unità d’Italia ad oggi


Lo spopolamento ha colpito e continua a colpire duramente le aree montane come quelle dell’Alto Molise e Bagnoli non fa eccezione. Nel 1861 gli abitanti residenti a Bagnoli (vedi tabella sopra) erano 4101, ora ne sono 796. In 147 anni da Bagnoli sono andati via ben 3305 abitanti. Il calo più esorbitante è però quello registratosi nel secondo dopoguerra. Dal 1951 ad oggi sono andati via dal loro paese natio 2736 bagnolesi. I motivi dello spopolamento sono da ricercarsi essenzialmente nell’impossibilità di trovare un lavoro in paese o in regione. La maggior parte dei Bagnolesi è quindi emigrata a Roma o all’estero. In particolare, si calcola che nella Capitale, tra discendenti diretti e indiretti di bagnolesi ci siano oltre cinquemila bagnolese. Per non parlare del numero dei bagnolesi residenti all’estero che non è stimabile con esattezza ma che è esorbitante. Per rendere l’idea, se tutti quanti tornassero ora a Bagnoli, il paese si trasformerebbe in una cittadina di almeno 30mila abitanti. Una dimostrazione di ciò avviene durante le feste d’agosto, quando chi passa per Bagnoli vede un fiume di gente. In ogni caso, la priorità rimane quella di arginare quantomeno il continuo spopolamento. Un compito che spetta principalmente alla classe politica e a quella economica.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Alto Molise, Bagnoli del Trigno, Isernia, Molise, vacanze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...