Goal annullato per rete bucata, la Bagnolese chiede giustizia alla Figc


Riceviamo e pubblichiamo una lettera del presidente della Polisportiva Dilettantistica Bagnolese, Bruno Mastrodonato in merito alla partita giocata ieri a Sepino.

 

“La Polisportiva dilettantistica Bagnolese esprime forte disappunto per quanto accaduto nel corso della partita disputatasi ieri (18.04.2010) contro il Sepino. Durante l’incontro, valevole per la ventisettesima giornata del girone B della Seconda Categoria, si sono, infatti, verificati una serie di episodi che rischiano di penalizzare ingiustamente la squadra di Bagnoli del Trigno. Negli ultimi minuti della partita, svoltasi sul campo di Sepino quando il punteggio era sull’ 1 a 1, la Bagnolese ha siglato il gol del 2 a 1 ma l’arbitro non ha convalidato il gol. La rete della porta del Sepino, infatti, era bucata (come dimostra la foto in allegato) e la palla, pur essendo entrata nella porta, è uscita dal foro presente nella rete. L’arbitro ha, quindi, giudicato fuori la palla, non ha concesso il gol e ha fischiato dopo qualche secondo la fine della partita andandosene subito nello spogliatoio. “Ogni domenica – ha affermato il presidente della Polisportiva dilettantistica Bagnolese, Bruno Mastrodonato – ci mandano arbitri che non sono all’altezza della situazione e che si lasciano intimorire. Ma durante la partita di ieri contro il Sepino si è raggiunto il massimo. L’arbitro ci ha annullato, infatti, – ha sottolineato il presidente – un gol fatto. Nella rete avversaria era, infatti, presente un buco e, quando la palla è entrata nella porta, è uscita da questo foro. Anche i dirigenti del Sepino hanno ammesso di aver visto la palla entrare ma l’arbitro si è rifiutato di convalidare la rete. Non ha voluto ascoltare le nostre regioni. Ha fischiato immediatamente la fine dell’incontro e se ne è letteralmente scappato negli spogliatoi, non volendo accertare personalmente il buco nella rete, né volendo ricevere una riserva scritta su quanto accaduto da parte della Bagnolese. Di fronte a questa che riteniamo una vera e propria ingiustizia – ha annunciato il presidente – abbiamo, quindi, provveduto già a inoltrare ricorso alla Figc Molise, allegando la necessaria documentazione fotografica, affinché possa prendere gli idonei provvedimenti e ristabilire la verità dei fatti. Del resto il regolamento parla chiaro: è preciso dovere dell’arbitro, accertarsi che non ci siano buchi nella rete e, in secondo luogo, se ciò non avviene, viene data partita vinta a tavolino per irregolarità del campo di gioco. Non possiamo più pagare – ha concluso Mastrodonato –per colpe che non sono le nostre.  Quello che chiediamo alla Figc è di fare giustizia e di tutelarci rispetto a questi incomprensibili atteggiamenti arbitrali che rischiano di vanificare tutti i sacrifici della nostra squadra. Se non verrà fatta giustizia questa volta sono pronto a ritirare la squadra dal campionato”.

      Il Presidente                                                                                                                                                          Bruno Mastrodonato 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Bagnoli del Trigno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...