Frammenti d’antico, al via la sedicesima edizione della manifestazione


 

Frammenti d’antico con Sergio Muniz e Valentina Rosa
Fervono gli ultimi preparativi a Bagnoli del Trigno, per la XVI edizione di Frammenti d’Antico prevista per lunedì 16 e mercoledì 18 agosto.

 

Leggi il programma completo della manifestazione cliccando qui: programma frammenti d’antico  

L’evento quest’anno propone per il giorno 16, a partire dalle ore 21,30, la rievocazione storica di un episodio di brigantaggio che la tradizione orale vuole essere accaduto verso la fine del 1700. Sulla scena una coppia d’innamorati il cui amore è contrastato perché le idee giacobine di lui non piacciono ai genitori di lei. Il ragazzo chiede alla sua bella di parlare con il prete del paese, che intanto è in arrivo, affinché possa intercedere presso la madre e convincerla a sua volta a persuadere il marito circa la bontà del suo sentimento. Il prete giunge in prossimità della ragazza e questa gli esprime le sue pene chiedendogli di metterci la buona parola. Il prete ascolta con attenzione ed acconsente, tanto che, scorgendo la madre della ragazza che sta attingendo acqua alla fontana, subito va a parlarle. La donna si lascia convincere ed assume impegno di parlare con il marito. Nel contempo dal castello muove il corteo con a capo il duca, i notabili ed i capifuoco, capifamiglia di allora, per recarsi a Piazza Olmo, dove avverrà, come ogni anno di agosto, l’elezione dei due sindaci, uno per ciascuna delle due terre, di basso e di sopra, in cui era suddiviso il paese. I capifuoco, al cospetto del duca, votano col sistema della fava e del fagiuolo. Il governatore sovrintende all’elezione e designa i due sindaci eletti; questi ricevono le chiavi del paese ed il suggello; entrambi prestano giuramento “ de bene et fideliter administrando “. Nel finire la cerimonia ecco che arrivano i briganti. E’ un fuggi fuggi generale, ma il duca, il prete ed un sindaco vengono catturati. Il prete ed il sindaco vengono inviati dentro le mura per chiedere un riscatto al popolo bagnolese; dopo alterne vicende viene infine escogitato uno stratagemma che porta all’uccisione di alcuni briganti ed alla fuga dei rimanenti. Il popolo esulta, i giovani innamorati si abbracciano ed il prete, per lo scampato pericolo, indice una giornata di preghiera e di festa, in ringraziamento a Santa Caterina, venerata nel paese come protettrice, per il giorno 18 agosto, nel frattempo si balla, si canta e si mangia in allegria insieme a tutti gli intervenuti. 

 Il presidente dell’associazione culturale “La Perla del Molise” Dott. Franco Mastrodonato

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in associazione culturale La Perla del Molise, Bagnoli del Trigno, Franco Mastrodonato, incendio del Castello, Isernia, Molise

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...