Bagnoli, le ricette per rinascere


Via Roma Bagnoli del Trigno

BAGNOLI DEL TRIGNO. La ricetta per evitare lo spopolamento e che i principali servizi del paese chiudano passa necessariamente attraverso un miglioramento delle infrastrutture e attraverso l’impegno concreto delle istituzioni: Comune e Provincia in primis. Questo il messaggio lanciato ieri dal Comitato spontaneo per Bagnoli durante un’affollata riunione organizzata da Franco Mastrodonato per parlare dei principali problemi che attanagliano il paese, ossia il rischio chiusura di scuola, farmacia, banca, e il dissesto delle strade e la chiusura delle chiese. All’incontro hanno partecipato anche il presidente della Provincia Luigi Mazzuto, il sindaco Lello De Vita e il parroco del paese Don Mauro Di Domenica. Le soluzioni emerse per quanto riguarda le poste e la farmacia sono state illustrate proprio dal sindaco De Vita. Il primo cittadino ha evidenziato come le poste hanno trovato posto dove c’era l’ambulatorio medico. Mentre i locali per ospitare quest’ultima struttura sono stati affittati dal Comune a pochi metri da dove era prima per un anno. Al termine di questo periodo, però, l’ambulatorio ritornerà all’interno di un locale del Comune attualmente in fase di ristrutturazione. Per la Farmacia, il discorso è invece più complesso in quanto si tratta di un’attività sulle quali le competenze spettano alla Regione. De Vita ha spiegato che a marzo, la proprietari della farmacia lascerà il paese. La farmacia quindi dovrebbe ritornare alla Regione per la rassegnazione della licenza. Tuttavia, il Comune ha la possibilità di far valere il diritto di prelazione sull’acquisto del 51 per cento dell’attività mentre la restante parte toccherà a un privato. Se, invece, il Comune non farà valere questa opzione, mentre la Regione provvederà alla rassegnazione, la farmacia si trasformerà in un dispensario. Animato il dibattito anche sulle strade provinciali che conducono in paese. Nel corso del dibattito è stato proposto in particolare di ripristinare il vecchio tracciato della provinciale che da contrada Sprondasino nei pressi della superstrada Trignina porta fino al paese. Infatti, nel nuovo tracciato realizzato alcuni anni fa dalla Provincia c’è una grossa frana. In questo caso si è registrata la disponibilità del presidente della Provincia Luigi Mazzuto a studiare una soluzione alternativa per aggiustare la viabilità. Per salvare l’esistenza della scuola e delle pluriclassi è stato chiesto, invece, di poter usufruire della legge sulla montagna. 
Franco Mastrodonato ha invece lanciato un appello molto forte rivolto alle istituzioni. L’organizzatore del comitato per Bagnoli ha, infatti, fatto presente che molti giovani sono disposti a venire a lavorare in centri montani come Bagnoli dove la qualità della vita è ottima. Tuttavia, la mancanza dei servizi e delle infrastrutture li scoraggia. Mastrodonato ha, quindi, chiesto a tutte le autorità politiche di pensare fin da subito a risolvere questi problemi perché rimandare la soluzione di questi problemi significherebbe dare il colpo di grazia alla zone interne.          Mario Greco

Articolo pubblicato anche su “Il Quotidiano del Molise” per leggerlo in formato pdf clicca qui: ARTICOLO SU IL QUOTIDIANO DEL MOLISE DEL 1 NOVEMBRE 2010

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Bagnoli del Trigno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...